Chi sono

Conosciamoci meglio

Qualche informazione in più sulla mia vita, il mio percorso, le mie passioni

Su di me

Biografia

Classe ’70, sposata e madre di quattro figli, Tiziana Drago è insegnante.

Nel 1996 consegue a pieni voti la laurea in Pedagogia, discutendo la tesi dal titolo “Pensiero politico e techne retorica nella Sofistica” e durante gli studi universitari frequenta un corso biennale di “Formazione all’impegno sociale e politico”. Appassionata di filosofia antica e pedagogia sociale ottiene in seguito i master “Il pedagogista nell’Azienda Sanitaria” e “La progettazione didattica di sistema e d’aula”.

Tiziana impegnata si è impegnata in ambito sociale in diversi progetti, tra cui “Urban”, progetto denso di attività nei quartieri a rischio di Catania.

Ottiene la cattedra nella Scuola dell’Infanzia, conseguendo anche il titolo abilitante all’insegnamento nella Scuola Primaria, anche per la Lingua Inglese.

Nel 2008 si abilita all’insegnamento in Lettere, per svolgere la professione docente sia nella Scuola Secondaria di I, dove tuttora insegna, che in quella di II grado. Nel 2009 assume la cattedra a tempo indeterminato e svolge corsi su:

  • i Bisogni Educativi Speciali (in particolare i DSA);
  • l'aggiornamento secondo il PSDN;
  • la didattica inclusiva con l'uso di sistemi informatici (EipasTeacher);
  • la violenza sulle donne (Associazione Thamaja);
  • l'approfondimento della lingua inglese (Trinity e Cambridge);
  • il "Bullismo e cyberbullismo".
Realizza insieme ai suoi allievi di una scuola a rischi di Catania un compito di realtà dal titolo "Democrazia a Scuola", importante lavoro di rete con le istituzioni locali.

Sempre vicino al sociale, consegue il titolo di insegnante del "Metodo di Regolazione Naturale della Fertilità Sintotermico Ca.Men".

L'importanza dei valori

L’impegno sociale per le famiglie

Tiziana crede nell’importanza dei valori della famiglia e nel ruolo che essa riveste nella società, come sua micro-cellula, focalizzando in particolare l'attenzione sulle famiglie svantaggiate e sui giovani a rischio. Per tale ragione decide di impostare la sua attività, professionale e sociale, sulla funzione edificante del “patto educativo” SCUOLA-FAMIGLIA. Tra le attività di maggior rilievo:

-Famiglia Delegata nel comune di Viagrande e Coordinatori provinciali di Catania per l'Associazione Nazionale Famiglie Numerose.

L’Associazione è impegnata nella salvaguardia dei diritti delle famiglie, famiglie con figli e famiglie numerose, nel sostenere la partecipazione attiva e responsabile delle famiglie alla vita culturale, sociale, politica alle iniziative di promozione umana e dei servizi alla persona. L'ANFN promuove inoltre politiche familiari a tutela e sostegno della famiglia e dei suoi diritti, come riconoscimento del ruolo sociale, educativo e formativo che questa svolge per la società.

-Presidente del Forum delle associazioni familiari di Catania e provincia.

Il forum nasce per incoraggiare e proteggere i valori e i diritti della famiglia e restituire il diritto di cittadinanza, affinchè occupi nella vita politica del Paese il posto che le spetta quale soggetto sociale da promuovere e non soggetto debole da assistere. Tra gli obiettivi, la richiesta alle istituzioni di un coerente impegno a sostegno di una seria politica familiare.

La candidatura

Tiziana e il Movimento 5 Stelle

Tiziana incontra il M5S e accetta di candidarsi con una realtà che desidera realizzare interventi concreti a sostegno della FAMIGLIA, insostituibile pilastro della società. Tutto ruota attorno alla famiglia: la coppia, i figli, gli asili nido, il lavoro, l’housing, la disabilità, l’istruzione, la malattia, lo sport e l’anzianità.

Decide quindi di impegnarsi in maniera diretta e in prima persona nell’attuazione di politiche familiari “veritiere” e non auspicabili.

Insegnante e pedagogista, ha a cuore i giovani e i bambini, e intende mantenere, anche attraverso l’azione politica, il ruolo di “tutor”, seppur lontano dai banchi di scuola, sul piano delle dinamiche risolutive.

Si candida con determinazione col M5s, anche perché figlia delle stragi di via D’Amelio, Capaci, del sacrificio di don Pino Puglisi e perché cresciuta in un periodo storico in cui si auspicava l’impegno dei cristiani in “Sollicitudo rei socialis”, nella convinzione che bisognasse “femminilizzare la politica”.

Tiziana ha scelto come lifemotiv della sua vita il pensiero di Martin Luther King, riassumibile nella famosa espressione

“Non ho paura della cattiveria dei malvagi, ma del silenzio degli onesti”.

Gallery